Come scegliere la giusta piastra per capelli

Il settore delle piastre per capelli vanta una vasta offerta di prodotti per ogni necessità. Grazie all’evoluzione della tecnologia, tante sono le novità e le tecniche sviluppate che consentono di creare uno styling durevole nel tempo, senza danneggiare i capelli. Ma vista la vasta offerta e i tantissimi modelli disponibili, quale piastra per capelli scegliere? Scopriamolo insieme!

Piastra per capelli i parametri da considerare

Per rendere più agevole la scelta tra i diversi modelli di piastra per capelli, è possibile effettuare una scrematura considerando quattro fattori che potremmo definire “chiave”, quali:

  1. Temperatura
  2. Grandezza delle piastr
  3. Rivestimento
  4. Uso

La temperatura è un fattore importantissimo. I modelli migliori sono quelli dotati di sensori che regolano in automatico la temperatura da utilizzare, come nel caso delle piastre della GHD. È fondamentale poter variare la temperatura, poiché i capelli non sono uguali per tutte. Ad esempi chi ha i capelli ricci necessita di una temperatura maggiore, rispetto a chi ha una chioma leggermente mossa o liscia.

piastra capelli
La grandezza della piastra consente di maneggiarla con facilità e ricreare facilmente la piega. Esistono tre categorie principali tra cui scegliere: piccole, medie o gradi. Le piastre piccole si utilizzano per ciuffi, frangia o per capelli corti. I modelli medi vanno bene per capelli che arrivano alle spalle, mentre le piastre grandi si addicono a chiome folte e lunghe.


Per preservare la salute dei capelli, è importante preferire piastre con rivestimenti innovativi.
I più utilizzati sono la ceramica, il titanio e la tormalina. La ceramica è sicuramente la migliore, poiché distribuisce in modo omogeneo il calore. Solitamente si abbinano al rivestimento in ceramica tecnologie aggiuntive, come quella a ioni che elimina l’effetto crespo o elettrostatico. Valutare l’utilizzo che si andrà a fare permette di capire la fascia di prezzo in cui orientarsi.


Ad esempio se volete una piastra da utilizzare quotidianamente, è preferibile optare per modelli innovativi con tecnologie all’avanguardia che non fanno danni ai capelli. In tal caso la fascia di prezzo è sicuramente maggiore. In alternativa, se necessitate di una piastra da usare una tantum, allora si possono acquistare anche modelli “basic” sicuramente più economici.

Le migliori piastre sono quelle
con rivestimento in ceramica, titanio e tormalina

Tipi di piastre per capelli

In commercio esistono tante tipologie di piastre per capelli. La più conosciuta è la piastra lisciante. Alcuni modelli grazie alle piastre arrotondate all’estremità, consentono anche di creare onde morbie o ricci, a secondo dello spessore della piastra. Di ultima generazione è la piastra al vapore, dotata di un piccolo serbatoio per l’acqua che consente di creare una piega duratura con un rischio basissimo di bruciare i capelli.
La piastra onde, chiamata anche triferro, ricrea una piega con effetto onde morbide, come quelle che si fanno mare. La piastra frisè produce uno styling particolare, una delle migliori in commercio è la piastra ghd contour. Per affrontare al meglio la scelta nell’acquisto della piastra per capelli potete consultare il sito piastrapercapelli.eu. Qui troverete tutte le informazioni necessarie, le recensioni e le piastre per capelli più utilizzate e conosciute del settore.